Bank of England lascia il tasso bancario nel Regno Unito allo 0,75%, GBP potrebbe indebolirsi ulteriormente

La Bank of England ha lasciato invariata la sua politica sul tasso bancario allo 0,75%. Tuttavia, è dubbio che si tratti di una cosa positiva o negativa. Dato che il tasso bancario non è già riuscito a riprendersi dalla caduta dei tassi di interesse nel 2020, la Banca dovrebbe mantenere una posizione di politica monetaria neutrale?

A prima vista, sembrerebbe che la Banca abbia adottato la stessa politica adottata nel 2020. Un tasso basso ora e un tasso basso allora. Anche se, potrebbe sembrare in questo modo, il fatto che nel 2020 esistesse una politica di neutralità politica avrebbe potuto essere un segnale che la Banca era riluttante a essere troppo politicamente coinvolta.

Nel 2020, voleva assicurarsi che il mercato non fosse investito da prestiti a breve termine. Naturalmente, era giusto essere preoccupati per la stabilità finanziaria del merito di credito del Regno Unito e la stretta creditizia ha reso tale preoccupazione più che mai.

Alla luce di queste notizie positive per l’economia del Regno Unito, sembra strano che la Banca d’Inghilterra sia politicamente coinvolta nella definizione del tasso bancario. La Bank of England è l’unico principale finanziatore di titoli di Stato del Regno Unito. Deve essere vero che il Ministro delle finanze si trova in una posizione scomoda su come gestire un tasso bancario debole.

Il Cancelliere dello Scacchiere aveva certamente un vantaggio nel consentire ai tassi di interesse di salire al livello attuale. Sebbene non sia il banchiere centrale, è ancora l’uomo che stabilisce il livello del potere di prestito. Pertanto, se la Banca d’Inghilterra fosse coinvolta politicamente, potrebbe affermare di aver fatto la cosa giusta, impostando la politica a un livello neutrale.

I mercati obbligazionari erano enormemente nervosi nei mesi precedenti l’inizio della stretta creditizia e sembra improbabile che avrebbero accettato una posizione senza politica. In effetti, potrebbe essere stato difficile per la Banca d’Inghilterra affermare che stava agendo esclusivamente per proteggere il contribuente quando i rendimenti obbligazionari salirono alle stelle. Il Cancelliere dello Scacchiere dovette prendere la decisione che stava prendendo le misure necessarie per proteggere il mercato obbligazionario e che non sarebbe stato costretto a stampare denaro, ma che potrebbe esserci un costo.

Non sappiamo quale potrebbe essere stato quel costo. Forse era che il basso tasso bancario doveva essere sostenuto a un livello tale da attrarre depositi nella Banca d’Inghilterra.

Forse è stato che la Banca d’Inghilterra aveva bisogno di mantenere i tassi di interesse a un livello utile in modo che il flusso di nuovi prestiti e depositi nella Banca d’Inghilterra fosse mantenuto a un livello sostenibile. In effetti, la Banca d’Inghilterra potrebbe affermare di aver fornito la migliore sicurezza possibile a coloro che sono banche e che avevano già prestato in passato per mantenere i benefici del tasso bancario a un livello utile.

In caso contrario, la neutralità della politica significava che la Banca non poteva stabilire un tasso basso, quindi forse quella politica era insostenibile. La Banca d’Inghilterra aveva bisogno di aumentare la propria leva finanziaria per generare più reddito, ma ciò significava spendere più del denaro del contribuente.

Come tutti sappiamo, la crisi finanziaria si è conclusa nell’estate del 2020 e la Banca d’Inghilterra è stata coinvolta in una battaglia politica con molte delle grandi istituzioni finanziarie. Ancora una volta, il problema era che doveva spendere soldi, il che significava che c’erano meno soldi disponibili da spendere per altri scopi non monetari.

Era probabile che alla fine il popolo britannico e i responsabili politici avrebbero perso, ma sembra che la neutralità della politica non sia stata la mossa politica più saggia. In una certa misura, la Banca d’Inghilterra ha dovuto impegnarsi in politica per mantenere la credibilità della sua credibilità come prestatore di ultima istanza.

RELATED POST

Prospettive sui prezzi del DAX 30: l’indice tedesco ha rotto il supporto Trendline, e adesso?

Il Dax 30 Price Outlook è stato pubblicato dalla Borsa di Francoforte il 6 marzo. Nel loro comunicato hanno dichiarato…

Previsioni Dow Nasdaq Prezzo Azioni USA Settembre Continua Continua

Mentre l'economia degli Stati Uniti si riprende e il Dow diventa un po 'più sano, il Dow Nasdaq Price Forecast…

Previsioni Nasdaq 100, ASX 200, Straits Times: durerà questo rimbalzo?

Questo è l'articolo sui prossimi ASX 200, NDAQ 100 e Straits Times Forecast: Will This Rebound Last? In questo articolo,…

I prezzi del rame sono pronti ad aumentare i guadagni a causa della ripresa della produzione globale

I prezzi del rame dovrebbero aumentare nei prossimi mesi e anche i futures e le opzioni sul rame dovrebbero aumentare.…