Prezzo del greggio sotto pressione mentre Saudi Aramco taglia i prezzi in Asia

Il prezzo del greggio ha continuato a scendere martedì dopo che l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) ha ridotto la sua produzione a ottobre di almeno 400.000 barili al giorno. Mentre le perdite sono state limitate dall’uragano Ida, la debolezza dell’economia statunitense ha sollevato timori di un rallentamento e l’OPEC+ ha aumentato la produzione ad agosto e dicembre di circa 400.000 barili al giorno. Il prezzo del petrolio è al suo livello più alto da marzo e il calo è dovuto all’indebolimento del rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti. Il calo dei prezzi è stato il risultato di una crescita nella regione inferiore alle attese e di un rapporto sull’occupazione più debole del previsto.

I tagli hanno spinto al ribasso il prezzo del greggio, con i differenziali verso l’Asia di settembre e ottobre ridotti di circa $ 1,00 al barile. Il taglio di settembre ha superato le aspettative, poiché le raffinerie avevano richiesto una riduzione del petrolio dall’Arabia Saudita ad agosto. I cali sono una reazione alla debole domanda in Asia. Con questa inversione, il più grande esportatore mondiale di petrolio sta cercando di aumentare il prezzo dei suoi prodotti nel mercato asiatico.

Il taglio di ottobre riflette il desiderio di Saudi Aramco di guadagnare quote di mercato nella regione. La società ha tagliato i prezzi a ottobre per acquisire più clienti nella regione, compresi gli Stati Uniti. È un segno di fiducia che il prezzo del greggio sia ancora alto. Nel frattempo, i prezzi del petrolio stanno aumentando nel Mediterraneo e negli Stati Uniti. Il prezzo del greggio è stato aumentato da questo.

La riduzione del prezzo del petrolio in ottobre è più del previsto e sembra improbabile che i sauditi continueranno a tagliare i prezzi in Asia in futuro. Tuttavia, ciò contribuirà a stimolare la domanda asiatica. Oltre ad aumentare l’offerta di petrolio nella regione, l’aumento della domanda ha anche fatto aumentare i prezzi negli Stati Uniti. I trader si sono rivolti al mercato spot nelle ultime settimane.

L’aumento è coerente con il rapporto mensile sul mercato petrolifero di agosto dell’OPEC. Dimostra che la domanda mondiale di greggio è in aumento. Il rapporto dell’OPEC+, tuttavia, mostra che c’è una crescente domanda di greggio in Asia. Nonostante il declino dell’economia cinese, il COVID-19 probabilmente farà sì che la Cina importi più petrolio greggio. I prezzi ribassati aiuteranno ad integrare il calo della domanda nel mercato asiatico.

All’inizio di dicembre, l’Arabia Saudita ha tagliato i prezzi del suo greggio di punta Arab Light sul mercato asiatico. Gli incrementi di prezzo sono stati molto più alti di quanto si aspettassero analisti e raffinatori e suggeriscono un mercato in contrazione. Dopo un calo di oltre 20 dollari al barile, i prezzi del greggio statunitense a gennaio sono scesi sotto la soglia dei 20 dollari. La CFTC ha annunciato una serie di iniziative per regolare il prezzo del petrolio.

Nonostante l’aumento del prezzo del petrolio, la domanda di petrolio nei mercati emergenti non è ancora tornata ai livelli precedenti. Gli Stati Uniti si sono impegnati a difendere l’Arabia Saudita dopo che gli Houthi hanno colpito i suoi impianti petroliferi nello Yemen orientale. L’attacco agli Usa ha inciso anche sul prezzo del Brent. Se i sauditi non tagliano i prezzi, i prezzi potrebbero scendere ulteriormente.

Il paniere di riferimento dell’OPEC contiene sei prodotti petroliferi dell’OPEC. Questi includono Rabi Light dal Gabon, Bassora Light dall’Iraq, Girassol dall’Angola e Kuwait Export. L’OPEC Reference Basket è stato introdotto il 16 giugno 2005 ed è un punto di riferimento per l’industria petrolifera. È un’importante fonte di approvvigionamento. Se scende al di sotto di quel livello, il mercato continuerà a scendere ulteriormente.

Un rapporto sull’occupazione più debole di venerdì suggerisce che la ripresa economica negli Stati Uniti è ancora irregolare. Sebbene i prezzi del petrolio negli Stati Uniti siano diminuiti di oltre il 15% negli ultimi sei mesi, la ripresa economica degli Stati Uniti rimane irregolare. Inoltre, l’OPEC sta prendendo di mira i produttori di petrolio di scisto degli Stati Uniti. Una forte domanda è importante per l’economia, ma lo è anche un prezzo sano.

RELATED POST

Previsioni tecniche per il secondo trimestre 2021 di EUR

L'euro si sta svendendo contro il dollaro USA in modo drammatico. Nonostante il sentimento positivo, la valuta rimane debole nei…

Quale stile di trading si adatta meglio alla tua personalità?

Trovare la tua personalità è il passo più importante per determinare quale stile di trading è giusto per te. Scopri…

I prezzi dell’oro salgono mentre il dollaro USA e i rendimenti scendono in vista dell’IPC USA

money and calculator on on technical analysis graphics In questo articolo daremo un'occhiata al prezzo dell'oro e al suo impatto…

NFP e Forex: cos’è NFP e come negoziarlo?

NFP e Forex: cos'è NFP e come negoziarlo? Prima di tutto, cos'è la PFN? FX del libro paga non agricolo…