U.S Inflazione e spesa personale posiziona il USD sotto i riflettori

La tendenza principale cambierà in un commercio attraverso 1.1448. È in calo secondo il grafico dell’oscillazione settimanale. L’aumento degli indicatori di inflazione annui segnalati dal Dipartimento del Commercio il lunedì è stato anticipato dagli economisti e dai funzionari della Fed e non si prevede che cambi il ritmo graduale degli aumenti dei tassi di interesse della banca centrale degli Stati Uniti. L’aumento è stato il doppio dell’incremento dei guadagni. L’ultimo aumento ha portato l’indice del 5% in più per il quarto trimestre (QoQ), con la relazione che suggerisce che la fiducia dei consumatori potrebbe aver raggiunto il minimo nel terzo trimestre. Per la Spagna, si prevede che la crescita economica si sia rallentata nel 3 ° trimestre, che probabilmente peserà sull’EUR, in particolare con l’incertezza su quello che seguirà il voto parlamentare catalano a favore della dichiarazione di indipendenza e del possibile impatto negativo sull’economia spagnola nel il 4 ° trimestre.

Il rapporto sull’inflazione, piuttosto forte, del Dipartimento del Lavoro di mercoledì ha messo più pressione sui mercati finanziari statunitensi, che sono stati spaventati da un aumento della crescita dei salari annui a gennaio. Lo scorso venerdì il governo ha riferito che le retribuzioni hanno registrato il loro maggiore incremento in 11 anni nel primo trimestre. Il governo tedesco darà il via alla sessione con una stima finale dell’inflazione al consumo di giugno. La spesa dei consumatori, tuttavia, rimane sostenuta da un forte mercato del lavoro, dall’aumento dei salari e dalle riduzioni delle tasse. È l’unica grande fonte di crescita economica degli Stati Uniti, che rappresenta almeno i due terzi dell’attività economica. Lo stimolo fiscale arriverà in un momento in cui l’economia è quasi al pieno impiego.

Il dollaro è salito a circa il massimo di tre mesi contro l’euro il lunedì sulla base di dati tedeschi più deboli del previsto. Il dollaro statunitense ha messo a segno una performance mista rispetto ai principali rivali dopo un picco impetuoso sul retro dei dati economici nella sessione di giovedì. Il dollaro è salito contro un paniere di valute sui dati, mentre i prezzi per il debito del Tesoro degli Stati Uniti sono diminuiti. Si prevede inoltre che un indebolimento del dollaro eserciterà pressione sull’inflazione. Il dollaro USA si è indebolito in vista dei dati sull’inflazione di oggi dovuti al rilascio dell’indice dei prezzi al consumo (IPC).

La Fed ha un obiettivo di inflazione del 2%. Tiene traccia di un indice diverso, l’indice dei prezzi delle spese per consumi personali ad esclusione di cibo ed energia, che ha costantemente superato l’obiettivo del 2% della banca centrale dalla metà del 2012. Si è parlato dell’aumento dell’inflazione di oggi dallo scorso marzo, ha detto Chris Low, chief economist presso FTN Financial a New York. Ha alzato i tassi il mese scorso e prevede almeno altri due rialzi dei tassi per il 2018.

Le prospettive di crescita sono state ulteriormente rafforzate dal costante sentimento dei consumatori a febbraio, nonostante una recente svendita del mercato azionario. Si ritiene che le prospettive di politica monetaria della RBA abbiano fornito un impulso alla fiducia dei consumatori, sebbene con una crescita dei salari tiepida, un aumento del debito delle famiglie e bassi tassi di risparmio delle famiglie, il sentimento ottimista potrebbe non essere pienamente riflesso nella spesa dei consumatori. Mentre il sentimento verso l’economia del Regno Unito è migliorato, in seguito a una ripresa dell’attività economica nel secondo trimestre, potrebbe essere tutto scardinato nel caso in cui Theresa May dovesse essere estromessa, anche se un ribasso nella Sterlina avrebbe certamente sollevato la posta in gioco per la BoE che ha lottato con il bilanciamento le pressioni inflazionistiche e un po ‘di debolezza nella crescita economica e una più debole crescita dei salari dal referendum dell’UE.

L’attuale lettura dell’inflazione dovrebbe probabilmente cementare l’intenzione della Fed di aumentare i tassi alla riunione di marzo. probabilmente dovrebbe cementare l’intenzione della Fed di aumentare i tassi alla riunione di marzo. Le letture annuali di inflazione a marzo dello scorso anno sono state frenate da un forte calo del prezzo dei piani di servizio dei telefoni cellulari e decelerate per gran parte del 2017.

RELATED POST

USD / JPY: la mossa positiva intraday va incontro a qualche resistenza vicino a SMA di 100 ore

Guardando il quadro più ampio, il dollaro USA si è sviluppato all'interno di un canale in discesa rispetto allo yen…

Valentino tecnica

Attualmente, gli indici azionari significativi sono tornati indietro in linea con le loro tendenze del 2017. Il prossimo passo dobbiamo…

Analisi tecnica GBP / USD: intrappolata in un cuneo cadente

I dati sono tratti dalle notizie rilasciate dall'Istituto statunitense per la gestione delle forniture. I dati macroeconomici hanno iniziato a…

EUR / USD: il lato superiore rimane limitato da 1,11170 dati post-Eurozona

Se i mercati mantengono l'ottimismo in materia, l'euro potrebbe benissimo apprezzare ulteriormente. È davvero fondamentale capire quale sia il prezzo…